@WebsterGTarpley

Archives

Tarpley: Casaleggio come Otpor, Grillo strumento di GS

« Italiano Index

di Dr. Webster Griffin Tarpley
As I Please
28 marzo 2013

Higrillo

E’ passato circa un mese dalle elezioni italiane,e non è stato formato, nessun nuovo governo per sostituire l’odiato regime di austerità del FMI, imposto dal professore di economia e consulente di Goldman Sachs, Mario Monti.

Creare il vuoto di potere, è in gran parte il compito della destra del demagogo Beppe Grillo e il suo gruppo di inferociti piccolo-borghesi novizi.Nei negoziati in corso, per formare un nuovo governo che sostituisca quello di Monti e dei suoi tecnocrati sociopatici, la posizione di Grillo è la stessa di quella di Hitler dopo l’elezione tedesca del luglio 1932, quando il leader nazista, sostenendo il fatto che controllava il più grande partito politico (anche se non la maggioranza assoluta), ha rifiutato di sostenere gli altri partiti, pretendendo se stesso a capo del prossimo governo. Questa è la precisa posizione di Grillo oggi. E nonostante che,quanto ripetuto da Grillo circa il fatto che il suo partito è la più grande forza politica in Italia sia falso; infatti dati alla mano è il PD ad avere più voti sia alla Camera dei Deputati che al Senato.

La risultante marmellata di caos e ingovernabilità, gioca a favore dei finanzieri anglo-americani;impedendo agli italiani di interrompere le misure di austerità distruttive decretate da monti e dal FMI.

Nel 1932, il presidente tedesco von Hindenburg rifiutò di nominare Cancelliere Hitler, anche se aveva il 37% dei voti. Grillo, oggi, ha circa il 25%.Si presume che né i socialdemocratici di Bersani né il gruppo di centro-destra di Berlusconi potrebbe accettare un’alleanza con il mentalmente instabile narcisista Grillo.Grillo si è rivelato come un manipolatore cinico e affamato di potere, molto peggio persino di figure tradizionali come Bersani o Berlusconi. E ‘un distributore di rabbia infantile, violenza verbale, calunnia oscene.La strategia de megalomane Grillo, è chiaramente di provocare un altro giro di elezioni alla fine della primavera o in estate, con la speranza che uscirà con la maggioranza assoluta o, almeno, con posti a sedere sufficienti per chiedere il ruolo di Primo Ministro. Continua a leggere »

 
Be Sociable, Share!